Mercato Energia

Negli ultimi anni il mercato energetico albanese è stato interessato al nascente di molti sviluppi associati ai processi della liberalizzazione e la piena integrazione all’Unione europea, e quindi alla messa in pratica del terzo pacchetto energetico dell’UE.

Perciò, il Paese offre molte possibilità per quanto riguarda il settore elettrico con tra i più bassi costi di produzione (rif. LCOE) dovuti alle riserve idriche stimante pro capite seconde in tutta l’Europa.

Il Paese si trova all’inizio di un mercato di trading e di fornitura molto promettente che almeno basandosi a quelle che sono le intenzioni e obblighi intrapresi mirano entro la fine del 2018 la liberalizzare oltre il 85% delle vendite al dettaglio.

Un mercato dell’energia elettrica che entro la fine del 2017 prevede il lancio della piattaforma di una borsa energetica (ApeX), e dove l’assegnazione della capacità (ATC) avvengono già a livello regionale attraverso il SEE CAO (Podgorica).

Per di più il paese è ben collegata con la regione e il resto dell’Europa, dove dopo la messa in funzione della nuova interconnessione a 400 kV con la Grecia, il Montenegro e il Kosovo, si sta lavorando con la Macedonia (2017-2019), e per il susseguirsi con quello sottomarino con Italia (entro il 2020).

Oltre le interconnessioni cross-border una particolare azione vede anche il rafforzamento della rete interna dai 110 kV, trasformatori e misuratori con investimenti medi per migliaia di milioni euro ogni anno.

Il paese ha appena adottato la legge in materia di efficienza in conformità con la direttiva europea, aprendo infinite possibilità di investimento in EE.

Albania, oltre a servire da ponte tra i Balcani e l’Italia riguardo la fornitura di gas naturale attraverso Trans Adriatic Pipeline (TAP) è visto come un centro di smistamento per due gasdotti ossia quello con la Croazia (IAP) e il Kosovo, come con dei progetti in procinto per gassificare tutto il paese (insieme con il Montenegro). A questo proposito particolari interesse rappresentano la capacità di stoccaggio naturale stimate oltre 5 bln3.

Un mercato in cui, nonostante la crisi petrolifera mondiale vede la presenza forte di compagnie internazionali come Royal Dutch Shell, e dove soggiacciono le più grandi riserve petrolifere onshore continentali in Europa. A questo proposito, attualmente nonostante molti progetti, tutto ora non c’è a lavorazione nessuna raffineria efficiente.

Per più di cui sopra, vi invitiamo a scoprire attraverso questo portale, come tenersi aggiornati all’Albanian Energy Market – AEM Group o le Pubblicazioni Professionali a LinkedIn.

Preparato Avv. Lorenc Gordani PhD, il 13 Gennaio 2018

234,910 Visite totali, 3 visite odierne

Last Updated on

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: