Studi tecnici delle infrastrutture energetiche

Studi tecnici delle infrastrutture energetiche

Autore: Dr. Lorenc Gordani

Consulente legale su questioni energetiche

del progetto infrastrutture energetiche da lorenc gordani delle infrastrutture energetiche da lorenc tecnici delle infrastrutture energetiche da studi tecnici delle infrastrutture energetiche

Lo sviluppo del settore energetico in Albania, come riportato dagli ultimi dati di INSTAT, è confermato come strategico per la crescita di tutta l’economia. Tuttavia, nonostante la pluralità di importanza per l’economia, gli investimenti energetici hanno tradizionalmente presentato sfide complesse nel loro spiegamento pratico, il che ha fatto richiedere una revisione continua con l’obiettivo di migliorare il quadro giuridico in vigore.

In effetti, il dispiegamento di una nuova capacità di generazione, è un opera infrastrutturale complesso, nello spazio aperto per lo più in aree remote, così come l’inizio di una produzione di un bene molto sensibile come è l’energia. Normalmente questi investimenti sono costruiti per funzionare al di sopra dei 30-40 anni, il che rende la loro redditività influenzata da molte variabili. In più, per attirare gli FDI necessari per il progetti più importanti, essi sono gestiti in project financing in partnership tra pubblico e privato.

Nonostante l’importanza del quadro giuridico e normativo in un dato periodo, gli investimenti sopra citati sono regolati da contratti a lungo termine. Accordi quadro fondamentalmente basati sugli studi tecnici accurati, per evitare problemi che normalmente si presentano dopo un po’ che le parti hanno iniziato il loro lavoro nella pratica. In più, la loro preparazione nella fase iniziale è fondamentale non solo per evitare tutti i rischi lungo la gestione del progetto, ma anche per ottenere l’accesso al sistema finanziario con un tasso di interesse conveniente.

Per quanto di sopra fondamentale della preparazione diventano l’identificazione di diversi rischi tra le parti che si verificano per un lungo periodo di tempo. Tuttavia, in questo articolo il nostro scopo è quello di trattare solo mettendo in campo il fatto che questo è indirizzato attraverso l’identificazione della struttura del contratto, tra le diverse caratteristiche del modello di PPP, con lo scopo di essere meglio distribuiti tra le parti che possono gestirli con meno oneri e costi inferiori.

Una struttura che basandosi su richieste di partiti lascia aperta la porta della rinegoziazione e regola la risoluzione di eventuali controversie di fronte a terzi a livello internazionale. Nonostante le diverse forme contrattuali hanno utilizzato gli accordi presi sulla base di un progetto di proposta e di un accordo raggiunto con le autorità pubbliche attraverso studi consolidati che fanno riferimento ai criteri tecnici in adempimento del quadro giuridico in vigore.

Quindi, fondamentale diventare capire gli studi tecnici e le richiesta di criteri posti? Normalmente questi studi richiedono un’approfondita esperienza e una preparazione su misura per una proposta contenuta nel contenuto dei criteri annunciati, che viene dopo un’analisi dettagliata in campo. La loro ampiezza e profondità variano in base alla pertinenza del progetto, ad esempio un progetto dato in schema netta, autorizzazione, contratti diretti, partnership pubblico-privato, investimenti strategici, ecc.

In ogni caso, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata, compresa l’idro, il solare, il vento o altro, o addirittura la forma di investimento come proposta non richiesta o offerta per capacità, gli studi dovrebbero fornire sufficiente affidabilità tecnica, economica e finanziaria del progetto che è deve essere intrapreso, così come il suo impatto ambientale e sociale.

Pertanto, in linea di principio, gli studi tecnici iniziano con le informazioni relative alla costruzione virtuale del progetto e la considerazione sui opzioni si superare i problemi relativi all’affidabilità tecnica del progetto proposto. Costruzione, che dovrebbe essere accompagnata dallo schema generale che presenta l’intera fonte energetica proposta.

Pertanto, tra gli altri, il progetto è accompagnato da uno schema elettrico degli aggregati e del blocco di trasformazione, in cui il punto di connessione al sistema e il punto di misurazione sono chiaramente identificati. In tal senso, sia che si tratti di un contratto diretto o di un partenariato, è necessario fornire un parere appropriato del operatore di TSO/DSO sulla sua connessione al sistema di trasmissione o distribuzione di energia elettrica.

Un altro aspetto preliminare ha a che fare con la questione della terra. Normalmente è richiesta una chiara definizione dell’estensione geografica del luogo in cui l’attività deve essere stabilita o sviluppata, fornendo riferimenti esatti topografici. Lo stesso, mutatis mutandis, anche rispetto alla traccia che collega la sorgente di generazione al sistema di trasmissione o di distribuzione. Quanto sopra diventato anche l’opportunità di lavorare su molti temi delicati, come quelli relativi agli oneri di proprietà di quelli che riguardano gli effetti ambientali e sociali.

Solo dopo che la costruzione dell’impianto è stata virtualmente elaborata, si prosegue con la simulazione di termini economici, dove con il supporto del software lo studio dovrebbe presentare un business plan che dimostri la fattibilità economica del progetto proposto. Il piano aziendale dovrebbe determinare, come minimo, i costi e i redditi previsti (al mese), nonché la durata del periodo di costruzione. I costi dovrebbero essere suddivisi nelle categorie pertinenti: costi finanziari, costi di costruzione (inclusi costi legati alla manodopera, macchinari e connessione di rete), costi operativi e di manutenzione.

Quanto sopra rende possibile iniziare a pensare in termini finanziari, presentando un piano che dimostra la fattibilità finanziaria del progetto proposto. Il piano finanziario deve determinare in modo chiaro e trasparente, in primo luogo, a vantaggio dell’investitore, come intende finanziare il progetto proposto. Dovrebbe determinare, come minimo, l’ammontare del proprio capitale assegnato alle risorse finanziarie esterne richieste, le fonti specifiche di finanziamento esterno e un programma di finanziamento dettagliato. In particolare, questa parte è ulteriormente oggetto di uno studio dettagliato da parte di banche o fondi di sviluppo.

Tuttavia, per quanto riguarda il rapporto con l’amministrazione aggiudicatrice, l’investitore deve presentare i vari documenti giustificativi, che possono essere sotto forma di lettera di interesse, contratto di credito o qualsiasi altro documento che certifichi il sostegno finanziario del progetto da parte di istituzioni finanziarie nazionali o le banche straniere, in cui i valori monetari sono espressi chiaramente in termini di finanziamento e struttura finanziaria (finanziamento per mezzi propri di investitori, prestiti bancari, donazioni o altri finanziamenti).

In ogni caso, per andare avanti senza ostacoli, è necessario pensare in anticipo in termini di impatto ambientale e sociale del progetto proposto. Lo sviluppatore dovrebbe fornire informazioni sull’impatto positivo o negativo del progetto sull’uso del suolo, la biodiversità e il paesaggio, gli effetti associati alla costruzione di una fonte di energia generatrice, l’emissione di gas nell’atmosfera, il suolo o l’acqua, l’inquinamento acustico, e qualsiasi impatto sociale del progetto, come quelli per l’occupazione locale, il potenziamento delle infrastrutture, ecc. Studio di valutazione dell’impatto ambientale, che dovrebbe basarsi sulla legislazione di aggiornamento in corso.

Quanto sopra descritto ha i suoi costi rilevanti e richiede la padronanza di una conoscenza complessa sugli aspetti normativi, legali e tecnici per sviluppare una proposta di successo. Tuttavia, non dovrebbe essere pensato per vincere la gara contro eventuali concorrenti, o peggio semplicemente per superare i criteri legali (considerati come ostacoli!), ma anche per essere il più possibile coerente sin dall’inizio con il piano di sviluppo di progetto di implementazione, fondo di acquisizione, costruzione e collaudo, nonché gestione di successo a lungo termine, almeno per circa 30-40 anni.

Nota: I diritti e l’opinione espresse in questo articolo appartengono al suo autore. Nonostante tutti gli sforzi compiuti per garantire l’accuratezza di questa pubblicazione, quanto qui non intende fornire consulenza legale in quanto le singole situazioni possono differire e dovrebbero essere discusse con un esperto. Per qualsiasi consulenza tecnica o legale specifica sulle informazioni fornite e argomenti correlati, si può contattare attraverso l’indirizzo e-mail “lorenc_gordani@albaniaenergy.org”.

Most Read Publications

Most Visit Section

 2,147,483,647 total views,  1 views today

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: